Vivi la vendemmia toscana 2015

IMG_9758-1SangioveseBenvenuti nel primo diario online che giorno per giorno darà un resoconto della vendemmia del 2015 in Toscana. Molti ringraziamenti vanno alle cantine che hanno accettato di farci sapere come sta procedendo la vendemmia. Le cantine sono state scelte per dare un’ampia visione della vendemmia in aree principali della Toscana. Molti fattori influenzano la crescita delle viti e la vendemmia: la prossimità agli Appennini o al mare, il livello al di sopra del mare, i suoli diversi, i venti prevalenti, e molto altro. In altre parole, il terroir è determinante in Toscana quanto a Bordeaux. Da nord a sud le aree descritte sono: Chianti Rufina, Chianti Classico, l’alta Maremma, Montalcino, Montepulciano, Val d’Orcia e la bassa Maremma.Clicca qui per

Ultime notizie

Marco Capitoni, Capitoni, Val d’Orcia, 13 ottobre 2015

Eccoci qua, stanchi, ma soddisfatti.
Terminata la vendemmia, adesso lo possiamo dire: “2015 annata molto, molto buona”.
Come scritto nel post di mezzo agosto, l’andamento stagionale di questo millesimo, ci faceva immaginare che avremmo raccolto uve di ottima qualità e così è stato.
Ci tengo comunque a sottolineare quanto sia stato determinante la gestione dell’apparato fogliare e la selezione fatta sui grappoli, in particolare su quelle parti dei grappoli che presentavano ferite dovute ad un poco di grandine che c’è stata durante uno dei temporali di giugno.
Sempre nel proseguo del nostro percorso di crescita qualitativa quest’anno ci siamo dotati di un selezionatore, si tratta di un tavolo vibrante che in parte meccanicamente, in parte manualmente, ci ha permesso di scartare gli acini non completamente formati e non perfettamente maturi, oltre ad altre parti del grappolo indesiderate.
Adesso il nostro impegno continua con la tenacia di sempre, fiduciosi di poter trasformare al meglio quanto portato dalla vigna in cantina.

Carla Benini, Sassotondo 6 ottobre 2015

ti spedisco delle foto di questi ultimi giorni di vendemmia. Qui rimane un tempo sostanzialmente buono, possiamo vendemmiare con tranquillità e ritardare ancora quei vitigni che si giovano di tempi di maturazione “ottobrini”, quali il sangiovese e l’alicante per i rossi, il greco e il trebbiano vecchio di Pitigliano per i bianchi.
Stiamo completando la raccolta del ciliegiolo che è straordinariamente bello e buono (e abbondante!). Oggi dovremmo finire alla Vigna San Lorenzo, quella vecchia di fronte a Pitigliano.

Paolo Cianferoni, Caparsa, Radda in Chianti, 30 settembre 2015

Oggi è il terzo giorno Di vendemmia del Sangiovese. Gradazioni molto equilibrate , alcool presunto 13,5; point of view this morning. Una favola. In 45 anni non ho mai visto una maturazione così fantastica e uniforme.

Andrea Contucci, Cantine Contucci, Montepulciano, 26 settembre 2015

come promesso ti mando alcune foto, qui siamo al terzo giorno.
L’uva è bellissima, sta confermando le ottime aspettative.
La pioggia non ha dato particolare noia per il momento, solamente mercoledì (2° giorno), abbiamo dovuto interrompere alle 16,00, perdere un paio d’ore di lavoro, gli altri giorni è andata benissimo.
Per i prossimi giorni è previsto un miglioramento perciò siamo ulteriormente ottimisti per l’esito di questa vendemmia.

Carla Benini, Sassotondo 26 Settembre 2015

 Vendemmiato già sauvignon, merlot e teroldego. Oggi un po’ di trebbiano. Il resto del trebbiano, il greco, il ciliegiolo e il sangiovese verranno giù più avanti.

A proposito di piogge, qui sembra che siamo nell’occhio del ciclone; ogni tanto qualche goccia che fa uscire l’arcobaleno e poi vento e sole.

Sono giornate bellissime, fresche e ventose, l’uva è molto bella e molto buona, anche il sangiovese, che da queste parti non è proprio il top, quest’anno è buono, saporito, dolce, vivace, quasi un ciliegiolo (eh, eh! sono un po’ faziosa, che ci posso fare).

ecco qualche foto della vendemmia e delle uve.

Paolo Cianferoni, Caparsa, Radda in Chianti, 21 settembre 2015

La vendemmia del sangiovese sarà posticipata. Al momento è stata fatta una vendemmia per fare il vino Rosato. Le pioggie e sopratutto il freddo di questi giorni ha completamente cambiato il quadro della situazione per prevedere l’inizio della vendemmia. L’annata rimane di qualità da sogno.

Paolo Cianferoni, Caparsa, Radda in Chianti, 21 settembre 2015

Abbiamo fissato l’inizio della raccolta del Sangiovese mercoledì prossimo. Siamo in anticipo di oltre 10 giorni, dopo accurata analisi. Le uve sono eccellenti nelle zone con terreni più freschi mentre cominciano ad appassire nelle zone più aride. Acidità sicuramente più basse della media e questa è una novità per i vini di Caparsa notoriamente ricchi di questa proprietà. Grado zuccherino generalmente alto, ma saremo più precisi durante e dopo la vendemmia. Si preannuncia annata di eccellenza anche perché abbiamo lavorato bene manualmente in ogni giorno dell’anno e lo dimostra quanto la vegetazione delle vigne di Caparsa sia ancora verdissima! (Vedi foto di questa mattina)Radda-in-Chianti

Andrea Contucci, Cantine Contucci, Montepulciano, 19 settembre 2015  uva 2015 005

Francesco Gagliardi, Campo alla Sughera, Bolgheri, 12 settembre 2015

nell’ultima settimana di agosto abbiamo avuto accumuli zuccherini molto contenuti sia sul merlot che sul cabernet franc. Le maturazioni hanno poi subito una accelerazione decisa ad inizio settembre e nella seconda settimana abbiamo raccolto tempestivamente tutte le partite di merlot ed il cabernet franc che di solito tende a maturare con un po’ più di ritardo. Le uve si presentano perfettamente sane e mature e già nei primi giorni di fermentazione ci sono importanti cessioni di colore e siamo fiduciosi sulla qualità futura di quanto raccolto fino ad ora. Stiamo monitorando attualmente con molta attenzione il Petit Verdot che con un po’ di anticipo sui suoi tempi classici sembra essere molto vicino alla perfetta maturazione. La nostra filosofia sul petit verdot è di attendere che le bucce tendano ad assottigliarsi e quasi a cedere per avere dei tannini perfettamente maturi; questo comporta dei rischi ma per noi questo vitigno non è complementare ma ha la stessa importanza degli altri bordolesi. Il cabernet sauvignon invece ha ancora bucce molto compatte ed i valori di PH, acidità totale e zuccheri ci fanno prevedere una raccolta non molto ravvicinata. Per quanto riguarda il meteo non abbiamo avuto piogge a fine agosto / inizi settembre e durante il giorno fa ancora abbastanza caldo con buone escursioni termiche durante la notte” Ti allego il grafico delle temperature dei primi 10 giorni di settembreGrafico

Massa Vecchia, Massa Marittima, 5 settembre 2015

La produzione dell’Aleatico passito

Carla Benini, Sassotondo 31 agosto 2015

qui è una meraviglia! a fine settimana raccogliamo il sauvignon e poi aspettiamo ancora per le altre uve che sono molto belle, sane, con una bella pruina (cera dei frutti). Allego l’immagine del sauvignon, del ciliegiolo e del nuovo sasso tondo che riflette la nostra buona stella!

Paolo Cianferoni, Caparsa, Radda in Chianti, 28 agosto 2015

Siamo a fine agosto, qui a Caparsa, nel cuore di Radda in Chianti, la maturazione del Sangiovese prosegue in modo meraviglioso. Si prospetta una grandissima annata, salvo imprevisti! Nella foto la situazione aggiornata al 28/8/2015 IMG_0087

Francesco Gagliardi, Campo alla Sughera, Bolgheri, 25 agosto 2015

Ci apprestiamo sicuramente a gestire una vendemmia con condizioni di partenza molto più favorevoli rispetto alla piovosissima annata 2014. L’andamento climatico fino ad oggi è stato sicuramente propizio con una primavera mite senza piogge di rilievo, condizioni che hanno favorito una perfetta fioritura prima ed allegagione poi. Il mese di luglio e la prima metà di agosto sono stati molto afosi, con precipitazioni assenti e con picchi durante il giorno di oltre i 35 gradi e scarsa escursione termica durante la notte. Dalla seconda metà di agosto le temperature sono rientrate nella norma stagionale. Abbiamo gestito l’assenza di precipitazioni utilizzando in maniera mirata l’irrigazione di soccorso fino a poco prima dell’invaiatura ed evitando sfogliature e diradamenti troppo severi. L’uva sembra avere ben risposto e le maturazioni al momento hanno un decorso regolare e graduale senza nessun anticipo ne segni di stress idrico sul vigneto. Nella seconda metà di agosto contestualmente all’abbassamento delle temperature abbiamo provveduto a sfogliare l’intero vigneto senza temere ustioni alla superficie maggiormente esposta dei grappoli. Il carico produttivo in vigna si presenta equilibrato e l’uva al momento è perfettamente sana. Al momento stiamo monitorando il sauvignon blanc e lo chardonnay che sono molto vicini alla maturazione che riteniamo ottimale per i nostri obiettivi mentre il merlot presenta ancora bucce molto compatte con tannini non ancora perfettamente maturi ed un rapporto zuccheri /acidità che ci fa prevedere una raccolta non anticipata come temevamo inizialmente. Al momento ci sono quindi tutte le premesse per un ottima vendemmia anche se come sempre il mese di settembre sarà decisivo per massimizzare il buon andamento climatico che fin qui abbiamo avuto. in allegato il grafico dell’andamento delle temperature da inizi giugno fino ad oggi rilevato dalla nostra centralina meteo.

giugno_agosto 2015

Marco Capitoni, Capitoni, Val d’Orcia, 16 agosto 2015

Complice un inverno sostanzialmente mite, le viti hanno avuto un risveglio vegetativo anticipato.
La primavera è trascorsa con una diffusa alternanza tra alte e basse temperature, creando qualche minimo problema alla vegetazione, il cui accrescimento non è stato sempre regolare e costante. Anche la legagione a risentito di questo effetto “start / stop” ed infatti sui grappoli è visibile il fenomeno detto “acinellatura”, in misura maggiore del solito.

Col passare delle settimane sono arrivate anche le giornate di caldo, molto caldo, il termometro a superato spesso i 35 gradi. Le piante non hanno sofferto troppo per le alte temperature, inquanto ripetuti e abbondanti acquazzoni hanno intramezzato i giorni di sole cuocente. Tali condizioni hanno favorito però, un notevole sviluppo delle chiome, richiedendo numerosi passaggi di potatura verde. Nel corso dei diversi temporali, ci sono state anche grandinate, fortunatamente non di forte intensità.
Adesso oltre che a fare la normale vendemmia verde, togliamo i grappoli o parte di essi colpiti dalla grandine, questa operazione richiede molto tempo e tanta pazienza, ma ci consente di annullare il danno. Per adesso, lo stato generale delle piante, l’andamento delle maturazione, ci fanno sperare in una vendemmia più che buona.

Carla Benini, Sassotondo 12 agosto 2015

come premessa, un 2014 molto piovoso e un inverno non freddo e piovoso. Qualche preoccupazione quindi per gli insetti. Una primavera calda e secca con un rapido germogliamento e quindi poco danno da zigena (quella che acceca le gemme) e secco in pre-fioritura.  Fine maggio molto freddo e fioritura regolare nella prima settimana di giugno. Assenza di piogge che però, grazie all’abbondanza di acqua accumulata nei mesi precedenti, non ha prodotto stress. Dal 15 luglio al 10 agosto un’ondata di caldo superiore alle medie stagionali di diversi gradi ha determinato prima un (salutare) arresto della crescita vegetativa e poi, abbinato alla prolungata assenza di piogge, un inizio di stress idrico nelle parti più soggette (tufo affiorante, sangiovese). Due giorni finalmente una bella pioggia abbondante che ha riportato vita nella terra secca e ha fatto respirare le vigne.

merlot

Merlot

Oggi l’uva è bellissima, solo i bianchi a fioritura più tardiva (trebbiano e greco) hanno perso qualche chicco. Controllando con le mie schede, mi sembra che ci sia un leggero anticipo, ma nell’ordine di qualche giorno, non di più.

Nocchianello bianco

nocchianello bianco

La qualità quindi, con una parete fogliare integra e sana, una ripristinata riserva idrica, un vigneto concentrato sul frutto e una estate con le temperature giuste (questa notte faceva freddo1), potrebbe essere da 5 stelle…. ma come tu ben sai,  fino a che l’uva non è in cantina meglio stare zitti.

Paolo Cianferoni, Caparsa, Radda in Chianti, 12 agosto 2015

Caparsa 22 Giugno 2015

Caparza, Guigno 2015

Quest’anno è un’annata completamente diversa dal 2014.
Una bella primavera con sole e pioggia al punto giusto ha permesso un’anticipo del risveglio vegetativo ed un germogliamento uniforme.
A metà Giugno è arrivato il caldo oltre la norma, ma grazie alle riserve idriche dei terreni per la piovosità del 2014 e della regolarità della primavera 2015, la viti hanno risposto molto bene anche a temperature a 38 gradi. Qui a Caparsa in particolare le vigne esposte a Nord Est hanno un bellissimo equilibrio, per cui l’annata promette molto bene. Alcuni temporali a Luglio e nella prima decade di Agosto hanno contribuito ulteriormente all’equilibrio generale. Stiamo “pregando” affinchè i temporali sempre più distruttivi a causa dei cambiamenti climatici non distruggano la bellezza di quest’anno a Caparsa, che sopratutto grazie all’impegno del lavoro manuale ci permette al momento di goderne i risultati.

Andrea Contucci, Contucci, Montepulciano, 11 settembre 2015

Fino ad oggi siamo piuttosto contenti dell’andamento della stagione per la nostra uva.
 
La primavera è stata regolare, ne troppo caldo, ne troppa pioggia.
A giugno ci sono stati alcuni temporali pericolosi per la grandine, ma non siamo stati colpiti (fortunatamente).
Da fine giugno abbiamo avuto un’estate molto calda e senza piaggia fino a tre giorni fa, poi abbiamo avuto due giorni con ottime piogge.
L’uva al momento è in ottime condizioni e, se non succede nulla di negativo, ci apprestiamo ad un’ottima raccolta (forse inizieremo in anticipo).

Le nostre cantine

Paola da BlasiI Veroni Pontassieve, Chianti Rufina


Winefriend on I Veroni – attractive Rufina
Paolo Cianferoni in vendemmiaCaparsa Radda, Chianti Classico


Winefriend on Caparsa – Chianti vertical
Dr Francesco Gagliardi Campo alla Sughera Bolgheri


Winefriend on Campo alla Sughera: Alabaster, building materials and wine
IMG_0219Massa Vecchia Massa Marittima


Winefriend on Special places: Massa Vecchia
Cantine Contucci, Montepulciano


Winefriend on Cantucci: at the heart of Montepulciano
Gianni Brunelli, Montalcino


Winefriend on: Gianni (and Laura) Brunelli
Capitoni Pienza, Val d’Orcia


Winefriend on Capitoni: Mixed farming and viticulture
Sassotondo, Pitigliano


Winefriend on Sassotondo – retreat to the land

Tuscany: the featured wineries

Clicca qui per ultime notizie

Print Friendly

Leave a Reply