Vivi la vendemmia toscana 2020

IMG_9758-1SangioveseBenvenuti nel primo diario online che giorno per giorno darà un resoconto della vendemmia del 2020 in Toscana. Molti ringraziamenti vanno alle cantine che hanno accettato di farci sapere come sta procedendo la vendemmia. Le cantine sono state scelte per dare un’ampia visione della vendemmia in aree principali della Toscana. Molti fattori influenzano la crescita delle viti e la vendemmia: la prossimità agli Appennini o al mare, il livello al di sopra del mare, i suoli diversi, i venti prevalenti, e molto altro. In altre parole, il terroir è determinante in Toscana quanto a Bordeaux. Da nord a sud le aree descritte sono: Chianti Rufina, Chianti Classico, l’alta Maremma, Montalcino, Montepulciano, Val d’Orcia e la bassa Maremma.

Benvenuto a Podere Sappaio a Bolgheri, un produttore nuovo per 2020!

Ultime notizie
Marco Capitoni, Capitoni, Val d’Orcia 19 settembre

Il << CHICCO >> al centro…
Le maturazioni procedono bene, a giorni iniziera? la vendemmia, massima attenzione per cogliere il ” momento preciso ”

La sera della vigilia, attrezzature tirate a lucido, domani inizia la vendemmia. Emozione, tanta emozione, che ogni anno si rinnova, si rinnova e cresce, cresce, cresce…

Le bucce sono velluto, la polpa è zucchero e i vanaccioli fanno CROKK!!!
La nostra vendemmia è entrata ufficialmente nel “vivo”
 
Carla Benini, Sassotondo, Pitigliano, 12 settembre 
Ciao David, che annata pazzesca!
 
Dopo il blocco totale finito a giugno, qui si è scatenato il mondo e, fortunatamente, abbiamo lavorato tantissimo; ovviamente parlo di accoglienza clienti privati e vendita di vino perchè, è banale dirlo, la vigna non si è mai fermata.
 
Clima precedente la vendemmia: inverno moderatamente secco, primavera moderatamente secca, estate secca e calda…. qualche acquazzone a giugno (con grandine ovviamente) ma viti in equilibrio. Fine estate fresco con grande escursione termica anche se da qualche giorno è tornato il caldo.
 
Abbiamo cominciato a vendemmiare il sauvignon blanc e il merlot, erano maturi ma abbiamo colto il 60% di quanto previsto. Perchè? La siccità estiva ha colpito rendendo l’uva più leggera e, cosa preponderante, scatenando la fame e la sete dei selvatici che popolano incontrollati i nostri vigneti, caprioli e cinghiali in particolare. E il quadruplo fili elettrico può ben poco con questo secco!
 
Domani, lunedì, raccoglieremo il teroldego (che sai essere la mia uva totemica in quanto condividiamo il sangue trentino) e un po’ di ciliegiolo (che invece è la mia uva e basta) che le bestie hanno cominciato ad attaccare. Poi si sta fermi qualche altro giorno.  
 
Le uve sono bellissime e ciccie, un bell’equilibrio di zuccheri e acidità, gradazioni finali probabilmente importanti.  
 
Ti mando qualche foto e ti tengo aggiornato….
Paolo Cianferoni, Caparsa, Radda in Chianti, 9 settembre

Una vendemmia epocale. La vendemmia 2020 sarà ricordata per sempre. Sia perchè è l’anno del Covid, sia perchè l’andamento stagionale, almeno qui a Radda in Chianti, è stato e continua ad essere meraviglioso.

Una primavera piovosa, un’estate calda e luminosa, un inizio settembre perfetto e soprattutto l’assistenza maniacale ai vigneti di Caparsa (anche grazie al lockdown che ha permesso di dedicarci tutto il tempo), stanno portando le uve verso una maturazione iper-equilibrata senza mai stress idrici o di calura, senza fenomeni atmosferici estremi.

Naturalmente tutto dipenderà anche dalle prossime settimane, ma le premesse sono dunque eccezionali. Al momento stiamo finendo di sfogliare nei vigneti, pratica che serve per diminuire il rischio di attacchi di Botrytes.

L’epoca vendemmiale dovrebbe essere tra la fine di Settembre e gli inizi di Ottobre.

Andrea Contucci, Contucci, Montepulciano, 7 settembre

ecco qualche foto dei vigneti, l’uva è bella. Sarà una vendemmia scarsa di quantità, ma molto buona di qualità.
Noi inizieremo dopo il 20 settembre. Quando saremo in vendemmia ti manderò altre foto.

Marco Capitoni, Capitoni, Val d’Orcia, 24 agosto 

Ecco le nostre prime considerazioni in merito a quest’annata:

Inverno e primavera caratterizzate da una sostanziale siccità, le temperature più alte della media hanno favorito un risveglio vegetativo anticipato delle viti. Ad inizio giugno qualche benefica giornata di pioggia ha in parte compensato le carenze idriche.

Queste condizioni, poche pioggie e scarsa umidità, ci hanno consetito di fare un numero molto contenuto di trattamenti fitosanitari. Poca  umidità e temperature alte hanno accompagnato anche il mese di luglio e la prima parte di agosto.

La scorsa settimana abbiamo avuto un bell’acquazzone ( 36 mm di pioggia) le viti ne hanno tratto immediato vantaggio, l’apparato fogliare ha riacquisito vigore e la maturazione dei grappoli sta procedendo a ritmo sostenuto.

Vi terremo aggiornati….

Alessandro Nannelli, Podere Sappaio, Bolgheri, 19 agosto 2020

Per quanto riguarda l’annata 2020 ti scrivo sotto due righe su bolgheri.

L’autunno, in particolar modo il mese di Novembre, è stato contraddistinto da numerose piogge che sono andate ad arricchire le falde acquifere sotterranee.
L’inverno è stato mite il che, assieme alle abbondati riserve idriche, ha portato ad una ripresa vegetativa delle piante anticipata rispetto alle medie locali.
La primavera è stata regolare ma contraddistinta da una gelata tardiva di fine aprile che ha portato alla perdita di qualche tralcio produttivo soprattutto sulle varietà precoci.
Giugno è stato un mese complicato per la difesa dei vigneti a causa delle piogge, ma anche un bene per lo stato dei vigneti.
Questo fenomeno ha fatto si che le temperature medie anche del mese di Luglio risultassero più basse nei primi 25 giorni con un rallentamento della maturazione delle uve, che ha riportato i tempi presunti della vendemmia nelle medie bolgheresi.

Come si preannuncia la vendemmia 2020: al momento possiamo dire che si presenta qualitativamente molto interessante ed a livello produttivo non abbondante ma comunque nelle medie aziendali.
Quindi se la natura ci assiste sarà un’altra grande annata per Bolgheri.

 

Paola da BlasiI Veroni, Pontassieve, Chianti Rufina
           

Winefriend on I Veroni – attractive Rufina

Paolo Cianferoni in vendemmiaCaparsa, Radda, Chianti Classico
             

Winefriend on Caparsa – Chianti vertical

Dr Francesco GagliardiCampo alla Sughera, Bolgheri
             

Winefriend on Campo alla Sughera: Alabaster, building materials and wine

IMG_0219Massa Vecchia, Massa Marittima
Winefriend on Special places: Massa Vecchia
I nostri produttori 
Cantine Contucci, Montepulciano
Winefriend on Cantucci: at the heart of Montepulciano
Gianni Brunelli, Montalcino
Winefriend on: Gianni (and Laura) Brunelli
Capitoni, Pienza, Val d’Orcia
Winefriend on Capitoni: Mixed farming and viticulture
Sassotondo, Pitigliano
Winefriend on Sassotondo – retreat to the land

Tuscany: the featured wineries

Clicca qui per ultime notizie

Print Friendly, PDF & Email